Cattivo odore zone intime nell’uomo: cause e rimedi

Cattivo odore zone intime nell’uomo: cause e rimedi

Le zone intime possono produrre odori sgradevoli: lo sappiamo, ma spesso per vergogna o poca cura tendiamo a ignorare questo fatto.

Tuttavia, non si tratta di un problema da poco, anzi: il cattivo odore intimo può dar luogo a situazioni imbarazzanti in compagnia del partner, quando tutto ciò che serve è invece armonia e affiatamento.

Detto ciò, non bisogna darsi per sconfitti e rinunciare a piacevoli momenti di intimità. Analizzare a fondo le cause che danno luogo al problema è doveroso; le principali cause sono da ricercare nello stile di alimentazione quotidiano, nell’igiene personale e nell’abbigliamento indossato.

Se soffri di questo disturbo, sarai felice di sapere che i rimedi non mancano di certo. Vediamoli insieme:

 

La doccia è tutto

Spesso, quando ci si fa la doccia non si dedica abbastanza attenzione all’igiene intima. Il primo consiglio quindi è: non limitarti a un semplice risciacquo.

Utilizza un panno o una spugna morbida per lavare e strofinare le parti più delicate. Un panno per lavare non è un asciugamano. C'è un mondo di differenza! 

L’uso del panno ti permetterà di eliminare le cellule morte della pelle.

Le tue abitudini di pulizia avranno un grande impatto sul tuo odore corporeo. Se non curi l’igiene regolarmente, utilizzando i giusti prodotti e dedicando attenzione a tutte le parti del tuo corpo, potresti dover affrontare momenti imbarazzanti!

 

 

...Anche quella post-allenamento

Ammettiamo che quando abbiamo pensato di specificare questo aspetto, ci siamo sentiti a disagio.

Per quanto sia inquietante, molti uomini non fanno la doccia dopo un allenamento sportivo. Vuoi per pigrizia o semplicemente perché non abituati a curare la propria igiene intima (di certo non un punto a loro favore).

Il sudore è la causa più comune del cattivo odore intimo, in quanto ovviamente prodotto in abbondanza a seguito di un allenamento intenso. Ricorda, è necessario eliminare il sudore prima che sia troppo tardi.

 

Cura la tua alimentazione

Non si tratta solo di seguire una dieta salutare. Alcuni cibi come broccoli, cavoli, cavolfiore, nonostante le proprietà benefiche sull’organismo umano (sono infatti degli ottimi antiossidanti) possono presentare degli “effetti collaterali” spiacevoli.

Così come l’aglio e la cipolla, queste verdure contengono sulforafane, un composto a base di zolfo. Questo viene espulso dall’organismo tramite la sudorazione… ed è chiaro come il risultato possa essere quello di emanare un odore poco attraente.

Ovviamente, non vogliamo consigliare di smettere di mangiare questi alimenti anche perché di fondamentale importanza per il nostro organismo. Un suggerimento è quello di consumarli cotti, piuttosto che crudi. Il processo di cottura infatti riduce drasticamente la presenza di sulforafane, e ciò a sua volta si tradurrà in una minore traspirazione di zolfo.

Un’altra buona abitudine è quella di mantenere un’adeguata idratazione, in particolar modo fuori dai pasti. Cercate di consumare molta verdura, frutta fresca, cereali integrali e preferite le carni magre.

 

Evita il cibo spazzatura

 

Fortunatamente in Italia non ha mai preso il sopravvento, tuttavia è diffusa anche da noi l’abitudine di frequentare fast food e consumare cibo da strada.

Gli scienziati non sono ancora sicuri al 100% su quale sia il collegamento causale tra junk food e cattivo odore emanato dall’epidermide. L’ipotesi più probabile è comunque piuttosto semplice: si tratterebbe degli zuccheri raffinati presenti in questi cibi.

In alcune persone, avere zucchero in eccesso nel sangue può comportare un cambiamento della della composizione chimica del sudore.

Quando questo si mescola con i batteri presenti nella pelle, le reazioni chimiche successive possono portare alla produzione di odore spiacevoli.

 

Difenditi dai batteri

I batteri sulla pelle sono la causa del cattivo odore di cui vuoi liberarti. Il responsabile non è il solo sudore, quindi.

Di per sé, il sudore umano ha un odore piuttosto neutro. È la reazione chimica che si innesca con la sudorazione, invece, la colpevole: i batteri sull’epidermide “digeriscono” il sudore e lo scindono in tioalcoli, ovvero quei composti responsabili in finale del pessimo profumo emanato dalle zone intime.

I batteri preferiscono un ambiente umido, caldo e scuro. In questo tipo di condizioni, saranno capaci di moltiplicarsi rapidamente. Stiamo parlando di una proliferazione con numeri esponenziali.

Alla fine della giornata, anche se dovessi asciugare l'area incriminata, i batteri avranno preso il controllo. Ed ecco la puzza.

Che cosa si può fare? Scegliere un detergente adatto alla propria pelle è un ottimo modo per abbattere il numero di batteri. Questo è il motivo per cui una doccia mattutina è un’abitudine sana e consigliata: in pratica, stai aiutando il tuo corpo a ripristinare l’equilibrio batterico prima di iniziare la giornata.

 

Depilazione delle zone intime

Un altro consiglio è certamente quello di depilare pube e testicoli. In caso di odori sgradevoli, questa abitudine faciliterà la traspirazione e migliorerà l’igiene intima.

La depilazione intima nell’uomo è una pratica poco diffusa, ma che guadagna sempre più proseliti, e i vantaggi sono diversi.

Fai anche attenzione e non sottovalutare i segnali che ti da il tuo corpo: prurito o bruciore intimo potrebbero essere ad esempio sintomi della candida nell’uomo.

La candida può essere trasmessa per via sessuale, ma anche (pur se di rado) attraverso la condivisione di asciugamani e biancheria.

Nell’uomo, la candida genitale (o candida albicans) è spesso asintomatica e proprio questa mancanza di segnali può portare a non accorgersi dell’infezione in corso.

Qualora avessi notato perdite biancastre (anche se piuttosto rare) o dolori durante la minzione accompagnati da tracce di sangue nelle urine, rivolgiti subito al tuo medico di fiducia.

 

Abbigliamento

Questo è un aspetto da non trascurare; indumenti sintetici o molto aderenti possono causare una sudorazione eccessiva e generare così un ambiente ideale per la proliferazione di batteri e di conseguenza del cattivo odore.

Meglio scegliere abiti comodi, indossare biancheria intima in cotone o comunque in materiali traspiranti.

 Chassis

COME PREVENIRE SPIACEVOLI ODORI

 

Quindi, ora sai esattamente quali sono le cause del cattivo odore intimo. Hai finalmente deciso di evitare certi cibi, apportare alcune modifiche al tuo guardaroba e iniziare a prestare maggiore cura nell’igiene quotidiana.

 

Ma c'è un'ultima cosa che puoi fare per prevenire questo fastidioso problema: applicare dei prodotti specifici come il Chassis Premium Powder nella zona inguinale, giorno dopo che aver fatto la doccia.

 

A differenza dei deodoranti potenzialmente dannosi, Chassis Premium Powder è progettato per ridurre la sudorazione e l'umidità in eccesso in modo naturale. Il prodotto è privo di talco, alluminio e altri prodotti chimici, e contiene inoltre ingredienti naturali studiati per mantenere le tue parti intime fresche e pulite tutto il giorno.

 

Clicca qui  per scoprire cosa può fare Chassis per la prevenzione dei cattivi odori inguinali.